Si è conclusa la prima indagine sui bisogni del quartiere condotta nei mesi di Luglio, Agosto e Settembre su un campione di abitanti di Spinaceto e Tor De Cenci. Pubblichiamo di seguito i risultati ringraziando i cittadini che vi hanno partecipato.

 

 

 

Report metodologico: le varie fasi del disegno della ricerca

 

 Nell’ambito delle attività del centro territoriale per la sicurezza e la qualità della vita, il primo obiettivo è stato quello di portare a termine una survey riguardo alle tematiche di competenza del centro stesso: la sicurezza e la qualità della vita percepita dagli abitanti del quartiere.

A tale scopo è stato elaborato un questionario individuando preliminarmente le seguenti aree tematiche:

 

a)      senso di appartenenza, rete sociale e utilizzo del  quartiere da parte dell’intervistato;

b)      immagine del quartiere, percezione della sicurezza;

c)      interventi volti al miglioramento della qualità della vita e della sicurezza all’interno del quartiere;

d)      percezione dell’integrazione degli stranieri che vivono nel territorio;

e)      caratteristiche strutturali degli intervistati.

 

La prima area è volta ad individuare l’integrazione dell’attore nell’ambito dell’ambiente urbano in cui vive, presupponendo che un fattore determinante per la qualità della vita, oltre che l’utilizzo stesso delle strutture presenti nel quartiere, possa essere rappresentato anche dall’intensità dei rapporti sociali di cui dispone.

Sono state formulate, pertanto, domande inerenti il numero di amici, gli anni di residenza, il tipo di servizi di cui si usufruisce.

 

L’immagine del quartiere è stata ricostruita attraverso domande mirate a rilevare l’atteggiamento dell’intervistato nei confronti di alcune affermazioni sulle caratteristiche e sull’efficienza dei servizi esistenti. La percezione della sicurezza, invece, è stata indagata attraverso domande inerenti il senso di sicurezza dell’attore nell’ambito della sua vita quotidiana nonchè i fenomeni di violenza che ha subito negli ultimi tre anni. L’area della sicurezza è stata scomposta concettualmente in percezione soggettiva del senso di sicurezza e fenomeni oggettivamente subiti con l’intento di mettere in relazione tali dimensioni in sede di analisi dei dati.

 

La terza area si propone di intercettare le opinioni degli abitanti sugli interventi volti a migliorare la vivibilità nonché la sicurezza di Spinacelo e Tor de cenci. Sono stati, quindi, elaborati item a risposta multipla che lasciassero un ampio ventaglio di scelta  agli intervistati.

 

Partendo dal presupposto che, nell’ ambiente metropolitano moderno, la percezione dello straniero possa essere fonte di insicurezza, sono state poste in quest’area domande sull’integrazione e l’inserimento sociale delle diverse etnie presenti nel quartiere.

 

L’ultima area si occupa di rilevare i dati anagrafici e occupazionali degli intervistati.

 

Fase campionaria

 

Il campione al quale abbiamo somministrato il questionario non è un campione probabilistico ma tipologico fattoriale o ‘a scelta ragionata’[2]. Lavorando su un universo di circa 26.000 persone (abitanti di Spinaceto/Tor de cenci) abbiamo estrapolato un campione di 600 abitanti, ossia circa il 5% dell’universo, avendo cura di rispettarne l’equilibrio per quanto riguarda due caratteristiche strutturali: il genere e l’età.

 

Fase di rilevazione e inserimento dati

 

Da metà luglio a metà settembre abbiamo distribuito il questionario[3] agli abitanti nei luoghi più frequentati del quartiere ( ufficio postale e supermercati). Le modalità di somministrazione sono state due: autocompilazione oppure intervista con questionario[4].

Durante tutta la fase abbiamo monitorato il campione che si andava via via costituendo tenendo sotto controllo la distribuzione di frequenza delle variabili genere ed età.

I dati raccolti sono stati inseriti utilizzando il software di analisi dei dati SPSS 0.17.

 

Fase di analisi dei dati: la procedura

 

1)      Suddivisione delle variabili in aree tematiche

 

§         Variabili strutturali: sono quelle variabili che descrivono le caratteristiche del campione (genere, residenza, occupazione,  titolo di studio, anni di residenza, età, numero di amici)[5].

 

§         Variabili che riguardano l’utilizzo del quartiere, le opinioni su di esso e le relazioni sociali (servizi, parchi, grado di accordo affermazioni sul quartiere, opinioni sul futuro del quartiere, percezione ceto sociale medio, rapporti di vicinato, giudizio sull’operato dell’amministrazione, integrazione etnie)[6].

 

§         Variabili che indicano il grado di sicurezza personale percepita all’interno del proprio quartiere e interventi auspicati (percezione sicurezza rispetto al passato, senso di sicurezza, circostanze di insicurezza, misure di sicurezza, fenomeni di violenza subiti)[7].

 

§         Variabili che riguardano possibili interventi auspicati dagli intervistati per migliorare la qualità della vita nel quartiere (area di intervento prioritaria, servizi da migliorare, opera da realizzare, interventi aree verdi)[8].

 

 

 

2)      Analisi monovariata: costruzione nuove variabili e distribuzione delle frequenze.

 

In alcuni casi si è reso necessario, a scopo di analisi, trasformare le variabili di origine in nuove variabili con un numero minore di modalità per poterle associare più facilmente ad altre variabili e rendere così leggibili le tabelle di contingenza.

 Nella variabile “condizione occupazionale”, ad esempio, la modalità “in cerca di prima occupazione” essendo sotto rappresentata, viene accorpata con la modalità, semanticamente simile, “disoccupati”.

Ed ancora, l’item che richiedeva di dare un voto alle affermazioni sul quartiere[9] è stato trasformato in una variabile dicotomica con modalità accordo/disaccordo; la scala autoancorante di origine diventa, quindi, una scala Lickert a due modalità.

Allo stesso modo è stata trasformata la variabile sull’integrazione delle diverse etnie[10].

La variabile età è stata suddivisa in classi; le variabili numero di amici[11] , rapporti vicinato[12],  frequenza parchi[13] e senso di sicurezza[14] sono state trasformate in variabili dicotomiche.

Sono poi stati costruiti due indici sintetizzando le modalità delle variabili di origine: indice di utilizzo del quartiere[15] (gli utilizzatori risultano quelli che hanno dichiarato di usufruire almeno di quattro servizi tra quelli elencati) e indice di violenza subita[16] (le vittime di violenza sono quelle che hanno dichiarato di aver subito almeno due episodi di violenza).

 

Dall’analisi monovariata delle frequenze è emerso che, per quanto concerne le variabili strutturali, il campione è costituito da 317 donne (52,8%) e 283 uomini (47,2%)[17]; le classi di età sono equilibrate (cfr. tab. 3 allegato n. 1), con età media 48 anni circa (cfr. tab. 4).

Per quanto riguarda le altre caratteristiche strutturali è possibile osservarne i dettagli nelle tab. 7 e tab. 8.

 

Dall’analisi delle variabili che abbiamo inserito nella seconda area tematica è emerso che l’indice di utilizzo del quartiere distingue un 66% degli intervistati che usufruiscono dei servizi a disposizione in modo più o meno frequente (“utilizzatori”) contro un 34% di “non utilizzatori”(tab.3 allegato n. 2). I servizi più frequentemente utilizzati sono, nell’ordine, i supermercati (88,3%), i mercati (73,3%) e i parchi (55,2%, cfr. in dettaglio tab. 1).

Dalla domanda volta a rilevare l’atteggiamento degli intervistati nei confronti di alcuni aspetti fondamentali del quartiere[18], appare evidente l’opinione di gran parte degli intervistati secondo la quale mancano nel quartiere punti di aggregazione necessari a favorire la socialità (cfr. tab.5, 345 persone contro 127 sono in disaccordo con l’affermazione ‘ci sono molti punti di aggregazione’) e lo stesso discorso vale per l’offerta culturale giudicata per lo più scadente (tab.8).

Anche l’opinione riguardo all’efficienza del trasporto pubblico sembra essere piuttosto negativa (cfr. tab 4) così come il giudizio sulla qualità urbanistica e architettonica (tab.10).

Riguardo agli aspetti che gli intervistati prediligono di Spinaceto o Tor de cenci, spicca l’apprezzamento per la presenza di molto verde pubblico (scelto come aspetto migliore da quasi il 70% del campione; cfr. tab 11) utilizzato in modo prevalente per fare passeggiate o attività sportive nonché come spazio dove portare i bambini (crf. Tab 2.1; 2.2; 2.3).  

 

Nonostante le insoddisfazioni emerse che abbiamo appena elencato, solo il 12% circa degli intervistati, se potesse, lascerebbe il proprio quartiere (69 persone intervistate; cfr.tab 12).

Anche riguardo al futuro che gli intervistati prospettano per il loro quartiere, non emerge un dato prettamente negativo(il 50% prevede il proprio quartiere integrato con il centro; cfr .tab 13); da sottolineare, però, come sia presente nell’immaginario degli intervistati la prospettiva del proprio quartiere come dormitorio, confermando così la carenza lamentata di punti di aggregazione e/o offerta culturale.

Per quanto concerne il giudizio sull’operato dell’attuale amministrazione comunale e municipale rispetto alla precedente[19], emerge con forza che la larga maggioranza degli intervistati preferisce non schierarsi scegliendo l’opzione ‘non so’ , come a rimarcare, probabilmente, una forma di disillusione nei confronti delle istituzioni. (cfr. tabelle 17, 18 e seguenti). Il giudizio secondo il quale l’attuale amministrazione è peggiore della precedente ottiene una leggera preferenza sia per quanto riguarda la realtà comunale che quella municipale.

Dalle domande sulle diverse etnie presenti a Spinaceto e Tor de cenci, emerge soprattutto il giudizio negativo riguardo al grado di integrazione dei nomadi (il 65,8% li ritiene poco o per nulla integrati; tab.19).

 

Riguardo l’analisi monovariata delle variabili sulla sicurezza, quest’ultima è avvertita come stabile rispetto al passato dal 48% del campione (cfr.tab.1 allegato n. 3). A fronte di un 44% di intervistati che si sente “sempre sicuro”, quasi il 56% si sente “sempre o a volte insicuro”(cfr.tab.3). A quest’ultima parte del campione abbiamo chiesto di specificare:

a)      le circostanze di maggiore insicurezza che nell’ordine sono risultate: “quando rincaso molto tardi la sera” (tab. 4), “quando attraverso da solo, a piedi, zone frequentate da immigrati o rom (tab. 5), “quando cammino per tratti di strada isolati” (tab. 6);

b)      le misure di sicurezza da adottare: spicca con la percentuale più alta (47,4% degli insicuri) la necessità di un incremento delle forze dell’ordine nel quartiere (tab. 10).

 

Per quanto riguarda la frequenza di fenomeni di violenza capitati agli intervistati negli ultimi tre anni, l’informazione è sintetizzata nell’indice di violenza (tab. 12) che individua un 21% di vittime. I fenomeni più frequenti sono risultati: “atti vandalici”; “essere importunati verbalmente”; “furto nella propria abitazione” (cfr.tab. 11).

 

L’ultima area tematica in cui abbiamo suddiviso le variabili riguarda gli interventi che gli abitanti di Spinaceto e Tor de cenci vorrebbero vedere realizzati per migliorare la vivibilità del quartiere. I tre interventi più richiesti (gli intervistati dovevano scegliere tre modalità tra quelle elencate nella domanda numero 17 del questionario) sono risultati: “la realizzazione di nuove infrastrutture”, “il miglioramento del manto stradale”, “la chiusura dei campi rom” (cfr. tab 1, allegato n. 4).

Gli asili nido e i servizi medici sono, invece, i due servizi fra quelli già presenti nel quartiere, che gli intervistati credono debbano essere migliorati con più urgenza (cfr. tab 2).

Tra le opere che si vorrebbero vedere realizzate spiccano la realizzazione di una pista ciclabile lungo i viali,  un cinema e uno spazio in grado di ospitare eventi culturali e sportivi (cfr. tab. 2.1).

Una domanda (la n. 20 del questionario) era riservata ai servizi desiderati nelle aree verdi del quartiere: in questo caso è emersa la richiesta di una maggiore illuminazione, l’aumento delle attrezzature sportive e una maggiore presenza di giochi per bambini (cfr. tab. 2.2). Questo dato è perfettamente coerente con le modalità di utilizzo dei parchi (passeggiate, fare sport e portare i bambini).

 

3) Analisi bivariata : associazione tra variabili, approfondimento di analisi in base ad alcune ipotesi.

    

Dopo aver controllato la singola distribuzione di frequenza delle variabili e aver costruito nuove variabili dove necessario, è stato possibile approfondire l’analisi e associare, attraverso tabelle di contingenza, alcune variabili tra di loro in base ad alcune ipotesi inerenti le due tematiche di interesse: la sicurezza e la qualità della vita[20].

 

-         La sicurezza reale e la sicurezza percepita

 

Siamo partiti dall’ipotesi che il senso di sicurezza, soggettivamente percepito, possa essere in relazione non soltanto con i rischi effettivi ma anche con un generale senso di anomia derivante dall’incapacità di gestire l’ambiente caotico circostante che può sfociare in un’autoriduzione del campo per cui la rete di relazioni sociali si riduce. Questo atteggiamento può generare insicurezza.

Abbiamo quindi messo in relazione le variabili che riguardano la percezione della sicurezza[21] con la variabile inerente i fenomeni di violenza subiti negli ultimi tre anni (cfr. tab.2 allegato n. 5).

Dalla lettura della tabella emerge che la percezione di sicurezza, “aumentata”, “stabile” o “diminuita” rispetto al passato, è in associazione con il fatto di avere, o meno, subito fenomeni di violenza negli ultimi tre anni (il 54% delle vittime di violenza afferma che la sicurezza è diminuita, contro il 24% di chi non ha subito rilevanti fenomeni di violenza). E’ interessante, tuttavia,  l’esistenza di una percentuale non esigua di intervistati che, seppur “al sicuro”, percepisce la propria sicurezza personale come diminuita.

Questa osservazione ci ha portato alla necessità di un secondo tipo di incrocio tra il senso di sicurezza[22] e l’indice di violenza appositamente costruito (cfr. tab. n. 3).

In questo incrocio si evince come il 49% di chi non ha subito violenza si sente, comunque, sempre o in molte circostanze, insicuro.

Procediamo adesso nel mettere in relazione il senso di sicurezza con le diverse forme di violenza subite (queste ultime funzionano cioè da variabili filtro); sembra esserci una relazione tra il fenomeno di violenza subita e il cambiamento della percezione della propria sicurezza: le violenze che mettono a repentaglio direttamente la sicurezza degli intervistati, generano più insicurezza delle violenze che, pur recando maggiori danni oggettivi, sono rivolte agli oggetti di proprietà piuttosto che alla persona (confronta la tab. n. 5 con la tab. n. 7).

Abbiamo poi proceduto a distinguere alcune caratteristiche specifiche di chi si sente maggiormente insicuro, scoprendo un risultato in realtà piuttosto atteso, per cui le donne si sentono maggiormente insicure rispetto agli uomini, al di là della percentuale di violenza subita (tab. n. 8 e n.9.).

 

Successivamente incrociando la variabile senso di sicurezza con la variabile inerente l’area di intervento ritenuta prioritaria, ci siamo accorte che la modalità “chiusura campi rom” viene scelta molto più frequentemente da chi si dice “sempre insicuro o insicuro in molte circostanze” (cf. tab. 10). Sembrerebbe, dunque, che la presenza dei rom nel quartiere rappresenti, per gli insicuri, una fonte rilevante di minaccia.

 

 

- Qualità della vita e rete sociale

                                         

Abbiamo messo in relazione l’indice di utilizzo del quartiere con quella che gli intervistati percepiscono come sua immagine futura (cfr. tab. n. 1, allegato n. 6); abbiamo evinto come l’utilizzo dello stesso influenzi l’idea dell’integrazione futura rispetto al centro cittadino. Di contro, sono proprio i non utilizzatori a vedere il futuro del quartiere come “dormitorio”. L’immagine generale e futura del quartiere è quindi una proiezione della propria esperienza personale e quotidiana di utilizzo del territorio. A tal proposito da notare come gli utilizzatori del quartiere aumentino, seppur lievemente, in maniera direttamente proporzionale con l’aumento dell’età (cfr. Tab. n. 1.2.).

Pur non riscontrando particolari associazioni tra variabili abbiamo ritenuto opportuno specificare il pensiero sul quartiere rispetto alle classi di età (cfr. tab. n. 2).

 

Un altro aspetto che influisce sulla qualità della vita degli intervistati (espressa da un grado di soddisfazione maggiore rispetto al quartiere) è rappresentato dall’utilizzo delle aree verdi: chi ne  usufruisce frequentemente, infatti, sembra avere sul quartiere un pensiero maggiormente positivo (tab. n. 4.1, allegato n. 6).

 

Partendo dal presupposto che la qualità della vita all’interno del quartiere possa avere a che fare anche con la qualità e la consistenza della  rete sociale di cui l’intervistato dispone, abbiamo proceduto con l’analisi delle variabili dedicate al numero di amici e ai rapporti con il vicinato.

 

Anche se con molte cautele, è possibile affermare una generale seppur lieve associazione tra il pensiero estremamente positivo riguardo il quartiere (“non me ne andrei mai”) e la maggiore qualità e quantità di rapporti amicali di cui si dispone (vedi tab. n. 5 e n. 6).

 

 


[2] Il campione a scelta ragionata si propone di riprodurre alcune caratteristiche dell’universo di riferimento scelte da ricercatori sulla base degli obiettivi di indagine; questo tipo di campione non è statisticamente rappresentativo poiché i risultati non possono essere estesi all’intero universo di riferimento ma gode di una rappresentatività sociale.

[3] E’ possibile prendere visione del questionario nella sua versione completa in allegato n.7.

[4] Quest’ultima è stata sostituita alla modalità autocompilata su richiesta dell’intervistato.

[5] Cfr. allegato n. 1.

[6] Cfr. allegato n. 2.

[7] Cfr. allegato n. 3.

[8] Cfr. allegato n. 4.

[9] Cfr. domanda n. 7 sul questionario.

[10] Cfr. domanda n. 27 sul questionario.

[11] Cfr. domanda n. 3 sul questionario.

[12] Cfr. domanda n. 23 sul questionario.

[13] Cfr. domanda n. 5 sul questionario.

[14] Cfr. domanda n. 11 sul questionario.

[15] Cfr. domanda n. 4 sul questionario.

[16] Cfr. domanda n. 14 sul questionario.

[17] Cfr. Tab. 1 allegato n. 1.

[18] Cfr. domanda 7 del questionario.

[19] Cfr. domande 15 e 16 del questionario.

[20] Le tabelle inerenti l’analisi bivariata costituiscono gli allegati n.5 e n.6.

[21] Cfr. domanda numero 10 del questionario.

[22] Cfr. domanda numero 11 del questionario.

Allegato n.1

Statistiche descrittive, distribuzione di frequenza delle variabili strutturali


tab.1 campione suddiviso per genere
  Frequenza percentuale
donna 317 52,8
uomo 283 47,2
Total 600 100,0


tab. 2 campione suddiviso per residenza
  Frequency percentuale
spinaceto 416 69,3
tor de cenci 184 30,7
Total 600 100,0


tab.3 campione suddiviso per classi di età
  Frequency Percent Cumulative Percent
da 18 a 35 anni 159 26,5 26,5
da 36 a 50 anni 167 27,8 54,3
da 51 a 65 anni 189 31,5 85,8
oltre i 65 anni 85 14,2 100,0
Total 600 100,0  


tab. 4 età media del campione
  N età media deviazione dalla media
età 600 48,13 15,987
600    


tab.5 campione suddiviso per anni di residenza nel quartiere
  Frequency percentuale percentuale cumulata
Valid meno di 5 78 13,0 13,0
da 5 a 20 anni 138 23,0 36,0
più di venti 376 62,7 98,7
mancanti 9,0 1,3 100,0
Total 600 100,0  


tab.6 numero di amici che gli intervistati dichiarano di avere nel quartiere
  percentuale valida percentuale cumulata
Valid solo familiari 40,9 40,9
da 1 a 30 41,7 82,6
da 30 a 40 11,8 94,4
oltre 40 5,6 100,0
Total 100,0  


tab.6.1 numero amici (variabile dicotomica, sintesi dell'informazione)
  Frequency Percent
Valid solo familiari o pochi amici 489 81,5
molti amici 103 17,2
Total 592 98,7
Missing System 8 1,3
Total 600 100,0


tab 7 campione suddiviso per titolo di studio
  Frequency percentuale valida percentuale cumulata
Valid nessuno/elementare 23 3,9 3,9
licenza media 108 18,5 22,4
diploma 301 51,5 73,8
laurea 153 26,2 100,0
Total 585 100,0  
Missing mancanti 15    
Total 600    


tab.8 campione suddiviso per condizione occupazionale
  Frequenza Percent percentuale valida
Valid mancanti 15 2,5 2,5
atipico 10 1,7 1,7
autonomo 23 3,8 3,8
casalinga 53 8,8 8,8
dipendente 195 32,5 32,5
disoccupato 27 4,5 4,5
libero professionista 45 7,5 7,5
occupato 75 12,5 12,5
pensionato 122 20,3 20,3
studente 35 5,8 5,8
Total 600 100,0 100,0



Allegato n. 2

VARIABILI SULL'UTILIZZO DEL QUARTIERE E OPINIONI SU DI ESSO


SUPERMERCATO
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non lo frequento 66 11,0 11,1
lo frequento 530 88,3 88,9
Total 596 99,3 100,0
Missing 9 4 ,7  
Total 600 100,0  


MERCATO
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non lo frequento 156 26,0 26,2
lo frequento 440 73,3 73,8
Total 596 99,3 100,0
Missing 9 4 ,7  
Total 600 100,0  


PARCHI
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non lo frequento 265 44,2 44,5
lo frequento 331 55,2 55,5
Total 596 99,3 100,0
Missing 9 4 ,7  
Total 600 100,0  


PICCOLI NEGOZI
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non ne usufruisco 276 46,0 46,3
ne usufruisco 320 53,3 53,7
Total 596 99,3 100,0
Missing 9 4 ,7  
Total 600 100,0  


SERVIZI PRIVATI (BANCA, AGENZIE VIAGGI, ECC..)
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non ne usufruisco 308 51,3 51,8
ne usufruisco 287 47,8 48,2
Total 595 99,2 100,0
Missing 9 5 ,8  
Total 600 100,0  


POLIAMBULATORIO
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non ne usufruisco 376 62,7 63,2
ne usufruisco 219 36,5 36,8
Total 595 99,2 100,0
Missing 9 5 ,8  
Total 600 100,0  


PARROCCHIA
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non la frequento 383 63,8 64,3
la frequento 213 35,5 35,7
Total 596 99,3 100,0
Missing 9 4 ,7  
Total 600 100,0  


BIBLIOTECA
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non ci vado 458 76,3 76,8
ci vado 138 23,0 23,2
Total 596 99,3 100,0
Missing 9 4 ,7  
Total 600 100,0  


CONSULTORIO
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non ne usufruisco 508 84,7 85,2
ne usufruisco 88 14,7 14,8
Total 596 99,3 100,0
Missing 9 4 ,7  
Total 600 100,0  


CIRCOLI RICREATIVI
  Frequency Percent Valid Percent
Valid non li frequento 561 93,5 94,3
li frequento 34 5,7 5,7
Total 595 99,2 100,0
Missing 9 5 ,8  
Total 600 100,0  


ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO
  Frequency Percent Valid Percent
Valid 1 ,2 ,2
non le frequento 564 94,0 94,8
le frequento 30 5,0 5,0
Total 595 99,2 100,0
Missing 9 5 ,8  
Total 600 100,0  


tab.2 FREQUENZA DI UTILIZZO DEI PARCHI
  Frequency Percent Valid Percent
Valid spesso 177 29,5 29,7
saltuari 230 38,3 38,6
quasimai 77 12,8 12,9
mai 112 18,7 18,8
Total 596 99,3 100,0
Missing 9 4 ,7  
Total 600 100,0  


tab. 2.1 PASSEGGIATE
  Frequency Valid Percent
Valid mancanti 126 21,0
si 330 55,0
no 144 24,0
Total 600 100,0


tab.2.2 VADO A FARCI SPORT
  Frequency Valid Percent
Valid si 119 25,2
no 354 74,8
Total 473 100,0
Missing 9 127  
Total 600  


tab.2.3 CI PORTO I BAMBINI
  Frequency Valid Percent
Valid si 112 23,7
no 361 76,3
Total 473 100,0
Missing 9 127  
Total 600  


tab.2.4 CI PORTO FUORI IL CANE
  Frequency Valid Percent
Valid si 102 21,6
no 371 78,4
Total 473 100,0
Missing 9 127  
Total 600  


tab.2.5 CI VADO A RACCOGLIERE FUNGHI, FIORI, VERDURA, ECC..
  Frequency Valid Percent
Valid si 24 5,1
no 447 94,9
Total 471 100,0
Missing 9 129  
Total 600  


tab.3 indice di utilizzo del quartiere
  Frequency Percent Valid Percent
non utilizzatori 204 34,0 34,1
utilizzatori del quartiere 395 65,8 65,9
Total 599 99,8 100,0
Missing System 1 ,2  
Total 600 100,0  


tab.4 IL TRASPORTO PUBBLICO E' EFFICIENTE
  Frequency Valid Percent
Valid DISACCORDO 281 46,8
ACCORDO 213 35,5
mancante 106 17,7
Total 600 100,0


tab.5 CI SONO MOLTI PUNTI DI AGGREGAZIONE
  Frequency Valid Percent
Valid DISACCORDO 345 57,5
ACCORDO 127 21,2
mancante 128 21,3
Total 600 100,0


tab.6 ANCHE PER I PICCOLI SPOSTAMENTI E' NECESSARIA LA MACCHINA
  Frequency Valid Percent
Valid DISACCORDO 194 32,3
ACCORDO 289 48,2
mancante 117 19,5
Total 600 100,0


tab.7 E' DIFFICILE ATTRAVERSARE IL QUARTIERE A PIEDI
  Frequency Valid Percent
Valid ACCORDO 218 36,3
DISACCORDO 275 45,8
mancante 107 17,8
Total 600 100,0


tab. 8 OFFERTA CULTURALE E' CARENTE
  Frequency Valid Percent
Valid DISACCOR 188 31,3
ACCORDO 327 54,5
mancante 85 14,2
Total 600 100,0


tab.9 I SERVIZI SOCIALI SONO CARENTI
  Frequency Valid Percent
Valid DISACCOR 184 30,7
ACCORDO 289 48,2
mancante 127 21,2
Total 600 100,0


tab.10 LA QUALITA' URBANISTICA E ARCHITETTONICA E' SCADENTE
  Frequency Valid Percent
Valid DISACCOR 192 32,0
ACCORDO 299 49,8
109 18,2
Total 600 100,0


tab.11 aspetti preferiti del quartiere
  Frequency Valid Percent
verde 415 69,2
tranquillo_silenzio 71 11,8
spazi_parcheggi 47 7,8
assenza di traffico 27 4,5
affitti_ridotti 12 2,0
mancante 28 4,7
Total 600 100,0


tab. 12 pensiero sul quartiere
  Frequency Valid Percent
non me ne andrei mai 152 26,6
ci sono cose che non vanno come ovunque 351 61,4
se potessi me ne andrei 69 12,1
Total 572 100,0
Missing 9 28  
Total 600  


Tab. 13 spinaceto futuro
  Frequency Valid Percent
Valid quartiere dormitorio 142 25,9
quartiere integrato con il centro 274 49,9
periferia difficoltosa 133 24,2
Total 549 100,0
Missing 9 51  
Total 600  


Tab. 14 ceto sociale
  Frequency Valid Percent
Valid più alto 19 3,4
analogo alla media di roma 404 71,4
più basso 143 25,3
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


Tab. 15 rapporti con il vicinato
  Frequency Valid Percent
Valid buoni con molti 117 20,6
buoni con pochi 325 57,1
non ne ho 107 18,8
conflittuali 20 3,5
Total 569 100,0
Missing 9 31  
Total 600  


Tab. 16 mercati all'aperto
  Frequency Valid Percent
Valid positivo 534 89,0
negativo 45 7,5
9 21 3,5
Total 600 100,0


Tab. 17 operato amministrazione comunale
  Frequency Valid Percent
Valid migliore 92 16,7
non so 333 60,5
peggiore 125 22,7
Total 550 100,0
Missing 9 50  
Total 600  


Tab. 18 operato amministrazione municipale
  Frequency Valid Percent
Valid migliore 84 15,3
non so 358 65,2
peggiore 107 19,5
Total 549 100,0
Missing 9 51  
Total 600  


GIUDIZIO SULL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER CLASSI DI ETA'
  operato_amministrazione Total
migliore non so peggiore
da 18 a 35 22 102 28 152
14,5% 67,1% 18,4% 100,0%
da 36 a 50 25 86 40 151
16,6% 57,0% 26,5% 100,0%
da 51 a 65 28 98 45 171
16,4% 57,3% 26,3% 100,0%
oltre i 65 17 47 12 76
22,4% 61,8% 15,8% 100,0%
Total 92 333 125 550
16,7% 60,5% 22,7% 100,0%


GIUDIZIO SULL'AMMINISTRAZIONE PER TITOLO DI STUDIO
  operato_amministrazione Total
migliore non so peggiore
nessuno/elementare 3 15 5 23
13,0% 65,2% 21,7% 100,0%
licenza media 20 56 24 100
20,0% 56,0% 24,0% 100,0%
diploma 46 169 57 272
16,9% 62,1% 21,0% 100,0%
laurea 23 88 36 147
15,6% 59,9% 24,5% 100,0%
Total 92 328 122 542
17,0% 60,5% 22,5% 100,0%


GIUDIZIO SULL'AMMINISTRAZIONE RISPETTO AL GENERE
  operato_amministrazione Total
migliore non so peggiore
donna 38 196 61 295
12,9% 66,4% 20,7% 100,0%
uomo 54 137 64 255
21,2% 53,7% 25,1% 100,0%
Total 92 333 125 550
16,7% 60,5% 22,7% 100,0%


bengalesi
  Frequency Valid Percent Cumulative Percent
Valid poco integrati 68 11,3 11,3
non integrati 47 7,8 19,2
integrati 259 43,2 62,3
non sa/non risponde 226 37,7 100,0
Total 600 100,0  


est_europeo
  Frequency Valid Percent Cumulative Percent
Valid poco integrati 92 15,3 15,3
non integrati 101 16,8 32,2
integrati 204 34,0 66,2
non sa/non risponde 203 33,8 100,0
Total 600 100,0  


nomadi
  Frequency Valid Percent Cumulative Percent
Valid poco integrati 65 10,83 10,8
non integrati 330 55 65,83
integrati 55 9,2 75,0
non sa/non risponde 150 25,0 100,0
Total 600 100,0  


nord_africani
  Frequency Valid Percent Cumulative Percent
Valid poco integrati 86 14,3 14,3
non integrati 77 12,8 27,2
integrati 191 31,8 59,0
non sa/non risponde 246 41,0 100,0
Total 600 100,0  


orientali
  Frequency Valid Percent Cumulative Percent
Valid poco integrati 75 12,5 12,5
non integrati 61 10,2 22,7
integrati 217 36,2 58,8
non sa/non risponde 247 41,2 100,0
Total 600 100,0  


Voto medio attribuito dall'intero campione al grado di integrazione delle seguenti etnie
  N Mean Std. Deviation
bengalesi 374 6,27 2,343
est 397 5,10 2,480
nomadi 452 2,56 2,259
nordafricani 355 5,52 2,516
orientali 353 5,80 2,438
Valid N (listwise) 325    


tab.1 percezione della sicurezza personale rispetto al passato
  Frequency Valid Percent
stabile 288 48,0
diminuita 179 29,8
aumentata 100 16,7
9 33 5,5
Total 600 100,0

Allegato n.3

tab. 2 senso di sicurezza
  Frequency Valid Percent
sempre sicuro 257 44,1
insicuro in alcune circostanze 242 41,5
sempre insicuro 84 14,4
Total 583 100,0
Missing 9 17  
Total 600  


tab. 3 senso di sicurezza dicotomica
  Frequency Valid Percent
sempre insicuro/insicuro in molte circostanze 326 55,9
sempre sicuro 257 44,1
Total 583 100,0
Missing System 17  
Total 600  


tab. 4 quando rincaso molto tardi la sera
  Frequency Valid Percent
si 187 56,7
no 143 43,3
Total 330 100,0
Missing 9 270  
Total 600  


tab. 5 quando attraverso da solo, a piedi, zone frequentate da immigrati o rom
  Frequency Valid Percent
si 166 50,3
no 164 49,7
Total 330 100,0
Missing 9 270  
Total 600  


tab. 6 quando cammino per tratti di strada isolati
  Frequency Valid Percent
si 150 45,5
no 180 54,5
Total 330 100,0
Missing 9 270  
Total 600  


tab. 7 dopo aver prelevato al bancomat
  Frequency Valid Percent
si 107 32,4
no 223 67,6
Total 330 100,0
Missing 9 270  
Total 600  


tab. 8 quando sono solo a casa di notte
  Frequency Valid Percent
si 79 23,9
no 252 76,1
Total 331 100,0
Missing 9 269  
Total 600  


tab. 9 quando aspetto da solo alla fermata dell'autobus
  Frequency Valid Percent
si 86 26,1
no 244 73,9
Total 330 100,0
Missing 9 270  
Total 600  


tab. 10 misure di sicurezza in ordine di preferenza
  Frequency Valid Percent
forze dell' ordine 146 47,4
illuminazione 73 23,7
più gente per le strade 32 10,4
cittadini organizzati 23 7,5
pubblici esercizi fronte strada 18 5,8
telecamere 16 5,2
Total 308 100,0
Missing 9 292  
Total 600  


atti vandalici (danneggiamento auto, graffiti o scritte su muri privati, ecc..)
  Frequency Valid Percent
no 428 73,8
si 152 26,2
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


essere importunato verbalmente
  Frequency Valid Percent
no 502 86,6
si 78 13,4
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


furto nella propria abitazione
  Frequency Valid Percent
no 504 86,9
si 76 13,1
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


furto dell'auto
  Frequency Valid Percent
no 505 87,1
si 75 12,9
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


futo di oggetti nell'auto
  Frequency Valid Percent
no 528 91,0
si 52 9,0
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


scippi o rapine
  Frequency Valid Percent
no 540 93,1
si 40 6,9
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


aggressioni per strada
  Frequency Valid Percent
no 555 95,7
si 25 4,3
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


furto del motorino
  Frequency Valid Percent
no 553 95,3
si 27 4,7
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


furto della bicicletta
  Frequency Valid Percent
no 561 96,7
si 19 3,3
Total 580 100,0
Missing 9 20  
Total 600  


tab.12 indice di violenza
  Frequency Percent Valid Percent
non hanno subito violenza 458 76,3 79,0
vittime di violenza 122 20,3 21,0
Total 580 96,7 100,0
Missing System 20 3,3  
Total 600 100,0  

Allegato n.4

Tab.1 Le aree di intervento prioritarie scelte dagli intervistati per migliorare la vivibilita' del quartiere, in ordine di importanza emersa.


la realizzazione di nuove infrastrutture
  Frequency Valid Percent
si 358 63,3
no 208 36,7
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


il miglioramento del manto stradale
  Frequency Valid Percent
no 302 53,4
si 264 46,6
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


la chiusura dei campi rom
  Frequency Valid Percent
si 303 53,5
no 263 46,5
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


la manutenzione delle aree verdi
  Frequency Valid Percent
no 412 72,8
si 154 27,2
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


illuminazione
  Frequency Valid Percent
no 440 77,6
si 127 22,4
Total 567 100,0
Missing 9 33  
Total 600  


maggiore offerta di luoghi notturni di svago
  Frequency Valid Percent
no 442 78,1
si 124 21,9
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


maggiore pulizia delle strade
  Frequency Valid Percent
no 457 80,7
si 109 19,3
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


maggiore offerta di luoghi diurni di svago
  Frequency Valid Percent
no 473 83,6
si 93 16,4
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


la creazione di parchi giochi per bambini
  Frequency Valid Percent
no 500 88,3
si 66 11,7
Total 566 100,0
Missing 9 34  
Total 600  


tab.2 servizi che dovrebbero essere migliorati
  Frequency Valid Percent
Valid asili nido 169 35,14
servizi medici 137 28,48
servizi per disabili 93 19,3
consultori 37 7,7
assistenza psicologica 26 5,4
recupero tossicodipendenti 19 4,0
Total 481 100,0
Missing 9 119  
Total 600  


Tab 2.1

Pista ciclabile lungo i viali
  Frequency Valid Percent
si 229 43,1
Total 531 100,0
Missing 9 69  
Total 600  


Cinema
  Frequency Valid Percent
si 223 42,0
Total 531 100,0
Missing 9 69  
Total 600  


Spazio in grado di ospitare grandi eventi
  Frequency Valid Percent
si 193 36,3
Total 531 100,0
Missing 9 69  
Total 600  


Tab.2.2

maggiore illuminazione
  Frequency Valid Percent
si 266 52,4
Total 508 100,0
Missing 9 92  
Total 600  


aumento delle attrezzature per lo sport
  Frequency Valid Percent
si 208 40,9
Total 508 100,0
Missing 9 92  
Total 600  


giochi per bambini
  Frequency Valid Percent
si 155 30,5
Total 508 100,0
Missing 9 92  
Total 600  


 

Allegato n.5


Tab.1 indice di violenza
  Frequency Valid Percent
non hanno subito violenza 458 79,0
vittime di violenza 122 21,0
Total 580 100,0
Missing System 20  
Total 600  


Tab.2 percezione di sicurezza in associazione con l'indice di violenza
  percezione_sicurezza Total
aumentata diminuita stabile
non hanno subito violenza 18,6% 24,0% 52,2% 100,0%
vittime di violenza 10,7% 54,1% 33,6% 100,0%
Total 16,9% 30,3% 48,3% 100,0%


Tab.3 senso di sicurezza in associazione con l'indice di violenza
  senso sicurezza Total
sempre insicuro/insicuro in molte circostanze sempre sicuro
indice di violenza non hanno subito violenza 223 228 451
49,4% 50,6% 100,0%
vittime di violenza 99 22 121
81,8% 18,2% 100,0%
Total 322 250 572
56,3% 43,7% 100,0%


Tab. 4 senso sicurezza fra chi ha subito un furto in casa
  Frequency Valid Percent
sempre insicuro/insicuro in molte circostanze 62 82,7
sempre sicuro 13 17,3
Total 75 100,0
Missing System 1  
Total 76  


Tab.5 senso sicurezza fra chi è stato importunato verbalmente
  Frequency Valid Percent
sempre insicuro/insicuro in molte circostanze 67 87,0
sempre sicuro 10 13,0
Total 77 100,0
Missing System 1  
Total 78  


Tab.6 senso sicurezza fra chi ha subito atti vandalici
  Frequency Percent
sempre insicuro/insicuro in molte circostanze 111 73,0
sempre sicuro 40 26,3
Total 151 99,3
Missing System 1 ,7
Total 152 100,0


Tab. 7 senso sicurezza fra chi ha subito il furto dell'auto
  Frequency Valid Percent
sempre insicuro/insicuro in molte circostanze 52 71,2
sempre sicuro 21 28,8
Total 73 100,0
Missing System 2  
Total 75  


Tab. 8 senso di sicurezza rispetto al genere
  senso sicurezza Total
sempre insicuro/insicuro in molte circostanze sempre sicuro
donna 200 112 312
64,1% 35,9% 100,0%
uomo 126 145 271
46,5% 53,5% 100,0%
Total 326 257 583
55,9% 44,1% 100,0%


Tab. 9 indice di violenza rispetto al genere
  indice di violenza Total
non hanno subito violenza vittime di violenza
genere donna 240 69 309
77,7% 22,3% 100,0%
uomo 218 53 271
80,4% 19,6% 100,0%
Total 458 122 580
79,0% 21,0% 100,0%


Tab. 10 chiusuracampirom rispetto al senso di sicurezza
  chiusuracampirom Total
si no
senso sicurezza sempre insicuro/insicuro in molte circostanze 198 116 314
63,1% 36,9% 100,0%
sempre sicuro 100 143 243
41,2% 58,8% 100,0%
Total 298 259 557
53,5% 46,5% 100,0%


Allegato n.6


Tab.1 Visione futura del quartiere secondo l'utilizzo
  spinaceto_futuro Total
periferia difficoltosa quartiere integrato con il centro quartiere dormitorio
non utilizzatori 42 76 60 178
23,6% 42,7% 33,7% 100,0%
utilizzatori del quartiere 91 197 82 370
24,6% 53,2% 22,2% 100,0%
Total 133 273 142 548
24,3% 49,8% 25,9% 100,0%


Tab 1.2 Utilizzo del quartiere per classi di età
  utilizzo quarteire Total
non utilizzatori utilizzatori del quartiere
classi di età da 18 a 35 56 103 159
35,2% 64,8% 100,0%
da 36 a 50 57 109 166
34,3% 65,7% 100,0%
da 51 a 65 64 125 189
33,9% 66,1% 100,0%
oltre i 65 27 58 85
31,8% 68,2% 100,0%
Total 204 395 599
34,1% 65,9% 100,0%



Tab.2 Pensiero sul quartiere per classi di età
  pensiero_quartiere Total
se potessi me ne andrei ci sono cose che non vanno come ovunque non me ne andrei mai
da 18 a 35 22 91 41 154
14,3% 59,1% 26,6% 100,0%
da 36 a 50 20 93 44 157
12,7% 59,2% 28,0% 100,0%
da 51 a 65 22 114 44 180
12,2% 63,3% 24,4% 100,0%
oltre i 65 5 53 23 81
6,2% 65,4% 28,4% 100,0%
Total 69 351 152 572
12,1% 61,4% 26,6% 100,0%


Tab.3 Utilizzo aree verdi rispetto al genere
  frequenza parco Total
mai spesso
donna 40 219 317
12,6% 69,1% 100,0%
uomo 37 188 283
13,1% 66,4% 100,0%
Total 77 407 600
12,8% 67,8% 100,0%


Tab.4 Utilizzo aree verdi rispetto all'età
  frequenza parco Total
non risponde mai spesso
da 18 a 35 14 34 111 159
8,8% 21,4% 69,8% 100,0%
da 36 a 50 33 14 120 167
19,8% 8,4% 71,9% 100,0%
da 51 a 65 43 22 124 189
22,8% 11,6% 65,6% 100,0%
oltre i 65 26 7 52 85
30,6% 8,2% 61,2% 100,0%
Total 116 77 407 600
19,3% 12,8% 67,8% 100,0%


Tab 4.1 Pensiero sul quartiere in relazione alla frequenza dei parchi
  pensiero_quartiere Total
se potessi me ne andrei ci sono cose che non vanno come ovunque non me ne andrei mai
frequenza parco mai 26 108 42 176
14,8% 61,4% 23,9% 100,0%
spesso 43 241 109 393
10,9% 61,3% 27,7% 100,0%
Total 69 349 151 569
12,1% 61,3% 26,5% 100,0%


Tab.5 Pensiero sul quartiere in relazione al numero di amici
  pensiero_quartiere Total
se potessi me ne andrei ci sono cose che non vanno come ovunque non me ne andrei mai
pochi amici 60 282 123 465
12,9% 60,6% 26,5% 100,0%
molti amici 7 64 29 100
7,0% 64,0% 29,0% 100,0%
Total 67 346 152 565
11,9% 61,2% 26,9% 100,0%


Tab.6 Pensiero sul quartiere in relazione ai rapporti con il vicinato
  pensiero_quartiere Total
se potessi me ne andrei ci sono cose che non vanno come ovunque non me ne andrei mai
rapporti vicinato non risonde 1 12 6 19
5,3% 63,2% 31,6% 100,0%
buoni 44 273 116 433
10,2% 63,0% 26,8% 100,0%
negativi 24 66 30 120
20,0% 55,0% 25,0% 100,0%
Total 69 351 152 572
12,1% 61,4% 26,6% 100,0%

 

A cura di Serena Fiorenza e Irene Pellegrini